Resoconto dei miei primi 120 giorni in Australia

Oggi – 4 novembre – taglio il traguardo dei miei primi 120 giorni in Australia.

Il tempo passato da quando ho scritto il resoconto dei primi 56 giorni è letteralmente scivolato tra le dita come l’acqua dell’oceano a Byron Bay. Continuo a dire “ieri ho fatto questo” poi mi fermo un attimo e penso che in realtà è già passata una settimana. Forse il tempo in questo emisfero scorre accelerato o forse aveva ragione chi diceva che quando si sta bene il tempo vola.

Continua a leggere

Annunci
Lilly e il vagabondo

Gli spaghetti con le meatballs. Anche no.

Qualche sera fa, a Melbourne, mi hanno chiesto come prepariamo noi italiani gli spaghetti con le meatballs, cioè gli spaghetti con le polpette. In maniera educata ho cercato di spiegare che noi italiani non ci sogneremo mai di mettere delle polpette grandi quando un iceberg in mezzo a un piatto di spaghetti – rigorosamente al dente – conditi con del buon sugo al pomodoro.

Continua a leggere

Nomad Art Factory Lodge_Byron Bay

Viaggio di nozze

Io in 1/2 viaggio di nozze. E pure senza marito.

Partiamo dall’inizio.

Sapete quante ore ci vogliono per percorrere la distanza che separa Venezia da Brisbane?

Una cosa come 26 ore di volo. Troppe.

Non vi sto a raccontare le turbolenze incontrate (sopra Giacarta ho iniziato a cercare Cast Away tra i film a scelta della Emirates). Né tantomeno il tragico momento in cui, durante lo scalo a Singapore, il mio stomaco ha dato il meglio di sé e la coppia australiana seduta vicino ha iniziato a dispensare fazzoletti, mentine e no worries. Io e i mezzi in movimento non andiamo tanto d’accordo.

Vi voglio parlare del viaggio di nozze.

viaggi di nozze-verdone

Continua a leggere

Video

Il miglior modo per fare la valigia

Tra un mese esatto, l’8 luglio, atterrerò in Australia.

Nel frattempo… studio il modo per far la valigia!

La ragazza del video è Marie Kondo, guru del riordino, diventata famosa per aver scritto il libro “Il magico potere del riordino. Il metodo giapponese che trasforma i vostri spazi e la vostra vita“. Io quasi quasi me lo leggo.

ps: in ogni caso, si accettano suggerimenti! 🙂